Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2012

RIENTRO E RIFLESSIONI

Sono tornata da 10 giorni, e ancora una volta ci metto un pò a metabolizzare il rientro. Quest'anno i 30 gradi di sbalzo della temperatura si sono fatti sentire: influenza e raffreddore appena arrivata. Qualche sera fa, a due giorni dal rientro mi hanno fatto una domanda che è poi quella che mi faccio io dall'anno scorso: perchè corsi di italiano? Intendo dire, con tutto quello che manca in un paese come il Burkina, che se ne fanno dell'italiano? Ci combatto dall'anno scorso con questo quesito e la risposta più banale è che purtroppo non sono un medico, un ingegnere o un agronomo, e faccio quello che posso fare.  Uno potrebbe dire "E allora che ci vai a fare? Non porti niente di utile, quindi potresti restartene a casa e lasciar andare chi può fare qualcosa davvero". E una parte di me dice che avrebbe del tutto ragione.  Un'altra parte però ci prova timidamente a dire la sua. Perchè bisogna dare solo le cose essenziali? Perchè non dare anche a loro la possibi…