sabato 27 novembre 2010

appello

Lancio un appello. Sono perfettamente a conoscenza del profondo valore morale e sociale di quello che sto per dire ma.... chi è con me quando chiedo agli autori delle rispettive serie di mettere insieme Chuck &Blair e Meredith&Dereck serenamente ed in pace alla fine della serie? Mica per altro, dopo che ieri ho finito di leggere quel libro così allegro: Una manciata di polvere di Evelyn Waugh, ho deciso di alleggerirmi lo spirito guardando qualcosa di più allegro ma..... mica facile!quindi per favore. La nostra vita quotidiana è già sufficentemente incasinata, triste, difficile, etc etc, non mettetevici anche voi autori di fiction, e fatele finire bene, ok?
qui di seguito metto una tanto breve ed inesaustiva quano incisiva critica al romanzo sopra citato...
secondo me è da leggere

Tony Last, il protagonista di Una manciata di polvere, è un gentleman inglese, 
tra le cui peculiarità caratteriali c’è certamente la sciocchezza.
Tony non capisce mai niente: sbaglia grossolanamente nei suoi giudizi, nelle

sue previsioni, nella sua valutazione morale e intellettuale del prossimo.
Tony è un imbecille, ma è un imbecille meraviglioso, quasi eroico nella 

sua riluttanza ad accettare la bruttezza morale di ciò che lo circonda.
In un mondo in cui ciò che conta è soltanto il potere, Tony rimane un 

idealista che,nonostante tutte le prove contrarie, pensa che esistano al 
mondo la bellezza, l’onestà e la rettitudine. Fra tanti eroi del romanzo degli 
anni trenta, quasi tutti immersi nell’impegno politico e intellettuale, spicca 
Tony Last, questo glorioso, amabile imbecille.