mercoledì 24 novembre 2010

SI PARTE!!

È deciso, il 17 gennaio 2011 parto per Ouagadougou, Burkina Faso. Rientro previsto per il 14 aprile. Il fatto di tornare da questa esperienza il giorno del mio trentesimo compleanno sembra avere a che fare con il destino o altre scemenze simili.
L’idea era quella di andare a fare volontariato, e, non nego, di fare qualcosa che mi strappasse al torpore dell’ultimo anno. Il fatto è che proprio non sapevo cosa avrei potuto fare di utile, dal momento che un dottorato in filologia classica è una delle cose assolutamente meno utili che mi possa venire in mente, ma pare che io possa andare ad insegnare italiano (questo è frutto del mio recente cambio di rotta: da settembre ho, almeno temporaneamente, abbandonato il greco che negli ultimi tempi mi aveva dato ben poche soddisfazioni, e sto prendendo il certificato DITALS per insegnare italiano agli stranieri).
Mancano solo due mesi e ho una lista infinita di cose da fare: un milione di vaccinazioni, preparare almeno a grandi linee due programmi di italiano, uno di lingua per principianti ed uno di storia e letteratura per il corso avanzato, leggere tutto il possibile sul Burkina Faso, sulla storia, la religione, la cucina, la lingua locale perché confesso la mia ignoranza: quando me ne hanno parlato la prima volta ho dovuto controllare sull’atlante l’esatta posizione, e da allora le mie conoscenze non sono aumentate di molto; non ultimo ho l’esame DITALS a dicembre. Più una serie di problemi di ordine pratico: funziona il bancomat? O meglio funzionerà il MIO bancomat? E la presa elettrica? E il telefono? Avrò internet?
Come dicevo, ho due mesi, o meglio 54 giorni per riempire liste di cose da fare. A lavoro dunque!!