lunedì 11 aprile 2011

la lunga strada verso casa

Eccoci qui, alle prese con il rientro della Co. Chiunque legga penserà: bhè? e a te che te frega? stai a Londra!

Eh no! E qui ti volevo! Dopo una telefonata che avrebbe fatto pena anche ad uno scarafaggio con la gotta, mi ha fatto anticipare il volo di ritorno di una settimana per andarla a prendere! Così, aggiunte 30 simpaticissime sterline al mio economico biglietto, oggi faccio le valigie e mi appropinquo a partire dopodomani. La preparazione per dare degna accoglienza comprenderà: accendere i riscaldamenti a casa (abituata a 40 gradi 20 saranno pochini), fare la spesa sì da darle modo di preparare qualcosa da mangiare (le voglio abbastanza bene dar non cucinare per lei, se anche solo avesse preso tanto sole da essersi bruciata le sinapsi che le ricordano che assaggiare la mia cucina equivale ad un tentato suicidio). Altro? mah, vedremo, al momento non mi viene in mente nulla di basilare. Cmq, il rientro di svilupperà in diverse fasi: Arrivo mio a Pisa 2 giorni prima per preparare il ben venuto, poi lei giovedì notte partirà da Ouaga per sostare, dopo circa 10 ore, a Parigi, dove stapperà la bottiglia per festeggiare il suo compleanno on-air, e la mattina del 15 atterrerà a Firenze/Pisa, in base a che aereo prenderà.....in seguito, doccia, a quanto ho capito sono 3 mesi che è coperta di terra, e poi a cena. la mattina del 16 partiremo per andare a salutare l'Augusta genitrice e farla riconciliare con il caldo italiano.....