mercoledì 19 giugno 2013

ESTATE

L'estate sembra essere arrivata.

E con l'estate è arrivato il caldo immobile che impaccia le gambe e i pensieri.
Ma anche la voglia di gelato e di frutta dell'estiva.
La voglia di mare (che poi la mia voglia di mare spesso si ferma lì, alla voglia, perché al mare ci vado solo qualche ora nel week end, passo 10 minuti con i piedi nell'acqua, tre ore a dormicchiare o leggere sotto l'ombrellone e poi me ne torno a casa, accaldata ma soddisfatta).
La voglia di vacanza, o anche solo di gita improvvisata.
Le ballerine e i sandali.
La pelle salmastra (quando ero piccola la detestavo, mentre adesso adoro quella sensazione di pelle che tira sotto la maglietta).
I vestiti stesi al sole che si asciugano in 5 minuti (con mia grande gioia, dal momento che la lavatrice è una di quelle cose alle quali mi avvicino circa una volta al mese, quando ho finito ogni vestito pulito e la montagna da lavare rischia di straripare dal cesto).
I tormentoni estivi (anche se io in genere sono indietro di un anno).
Le giornate lunghe e...
... gli aperitivi alla luce rossa del tramonto.

E' arrivata l'estate (e spero, dopo averla tanto attesa, che questa volta non sia solo un'illusione).