mercoledì 29 ottobre 2014

Ouaga: un milione di persone in piazza contro il presidente

Non che non me lo aspettassi, sin dalla prima volta che andai in Burkina ho sentito parlare del possibile referendum per permettere a Blaise di ricandidarsi al termine del suo ultimo mandato. E qualche mese fa un amico del Burkina mi aveva parlato della sua preoccupazione, perché il Presidente non pareva intenzionato a mollare, appoggiato dalla Francia, nonostante il malcontento della gente. Poi la settimana scorsa degli amici di Ouaga mi hanno aggiunto in un gruppo su whatsapp chiamato Patriotisme, e tra partite di calcio e  battute goliardiche, condividono il loro malcontento per la situazione nel loro paese.
E poi ieri tutti i social, addirittura i nostri giornali nazionali, si sono riempiti di queste immagini, e se da un lato guardando alcuni video pare di essere a una festa di paese, con la musica di sottofondo e gente che balla, dall'altro queste immagini fanno davvero temere in una degenerazione, e la domanda principale resta: che accadrà?

PS: seguendo vari gli account twitter di vari giornalisti, sono arrivata a questo video: il direttore dell'università in cui lavoravo mi portò a questo concerto nel 2011, da qualche parte (mi pare sulla sinistra guardando il palco), in mezzo a quella folla di ragazzi, ci sono pure io, che ballo e canto insieme agli altri.