giovedì 13 marzo 2014

Mal d'Africa

Da qualche giorno sono immersa nel Burkina dalla testa ai piedi, per scrivere un progetto.
Frugo il web alla ricerca di numeri e dati per il progetto, scrivo, correggo e riscrivo; attraverso i numeri filtrano sensazioni, ricordi di strette di mano forti come la roccia, di volti scavati dall'harmattan, di polvere e caldo, di risate incontenibili e sorrisi degli occhi. E poi chiacchiere, quante chiacchiere all'ombra di una patane...
Eccolo qua il mio mal d'Africa.