Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2012

DIARIO PARIGINO

Immagine
Dal mio ultimo soggiorno quattro anni fa ricordavo vagamente problemi con la carta di credito, ma non mi ricordavo bene in cosa consistessero questi problemi. Me lo sono ricordato la sera appena arrivati a Parigi: semplicemente la mia carta di credito (una normalissima VISA di una banca popolarissima) NON FUNZIONA!! A Parigi le carte senza il chip NON funzionano. E così Pier si è dovuto pagare il regalo di compleanno...
Per una volta le previsioni del tempo ci hanno azzeccato in pieno: freddo e pioggia. E io ho pensato bene di prendermi un potentissimo raffreddore il giorno prima di partire. Meno male che la mattina prima della partenza Pier ha avuto la brillante idea di comprare ad entrambi una giacca con interno in pile, tanto poco chic quando calda e comoda, che ci ha salvato.
Una delle cose più belle da vedere a Parigi manca in gran parte delle guide: parlo della Cattedrale di Saint-Denis. Si trova fuori dal boulevard périphérique, in una delle famigerate banlieue nord, ma si raggiu…

JOYEUX ANNIVERSAIRE!!

Immagine
Ce l'ho fatta!! Ieri era il compleanno di Pier e sono riuscita a fargli una sorpresa sorpresa. Tre giorni a Parigi, organizzato tutto in assoluto segreto, la sua unica indicazione era di prendersi tre giorni di ferie. Non ha sospettato niente e io sono riuscita a non farmi scappare niente (ed è stata durissima, in genere con i segreti io resisto meno di 2 minuti).
Ieri sera poi la rivelazione (con tanto di biglietto pop-up home-made!!), stamani valigie e oggi pomeriggio si parte!!
Au revoir mes amis, ci rivediamo nel fine settimana!



Datemi un martello

Immagine
Di solito sono una persona positiva e ironica, ma in questo periodo devo riconoscere che il mio livello di sopportazione si abbassa sempre più.
Non sopporto più gli studenti saccentelli che ti correggono / ti dicono cosa vogliono fare / cosa non vogliono fare / ti guardano con sufficienza quando spieghi il significato di una parola o di un modo di dire (insegno italiano a stranieri) / non vogliono credere che una parola in italiano significhi quello che stai spiegando e non quello che pensavano loro. Ci sarà un motivo se io che sono madrelingua italiana insegno l'italiano a te che sei polacco / russo / tedesco / finlandese / ungherese / giapponese / ..... ???
Non sopporto gli altri motorini in mezzo al traffico che se ne fregano di segnali stradali, macchine, la tua presenza sulla strada, le persone che attraversano la strada SULLE STRISCE.
Non sopporto le chiacchiere inutili che ti tocca sorbirti per un caffè o un panino al bar dalla barista depressa dalle tasse e dai clienti ca…